IL GRIFONE IN SICILIA

Questo affascinante avvoltoio che, sino al 1960, volteggiava abitualmente nei cieli siciliani si è estinto per differenti cause riconducibili alle attività umane. Le ragioni principali vanno ricercate nella riduzione della disponibilità di carcasse sul territorio, nel bracconaggio volto principalmente al collezionismo e nell’utilizzo sconsiderato di bocconi avvelenati alla stricnina utilizzati prevalentemente contro le volpi.

Dal 1998 un progetto di reintroduzione portato avanti dal Parco Regionale dei Nebrodi ha consentito di ristabilire una colonia riproduttiva che ad oggi conta un cospicuo numero di individui. A seguito della riuscita reintroduzione sui Nebrodi, dal 2016 si sta tentando di replicare l’esperienza anche con il Parco Regionale delle Madonie, con la speranza di poter anche qui ristabilire un nucleo che possa in futuro creare un vitale interscambio tra le due colonie.

DSLR, 100-400/4.5-5.6,  f.5,6 a 1/1600 s, ISO 400

IL GRIFONE IN SICILIA | Mathia Coco - Nature & Wildlife Photography